FILCAMS-CGIL MESSINA: SERVONO SOLUZIONI PER GESTIRE L’EMERGENZA CORONAVIRUS

L’allarme sul coronavirus sta provocando una situazione d’emergenza nel settore turismo anche nel territorio messinese, evidenzia la Filcams-Cgil di Messina che esprime forti preoccupazioni per il moltiplicarsi delle disdette alle strutture alberghiere e ricettive e per le proiezioni preoccupanti tali da mettere in discussione gran parte dei contratti stagionali e la stessa sussistenza di alcune strutture. La categoria territoriale della Cgil interviene a sostegno dei lavoratori dipendenti e sollecita le istituzioni: è necessario attivare dei tavoli tecnici di confronto istituzionali per valutare insieme le possibili soluzioni. Bisogna supportare le attività e tutelare il mantenimento dei livelli occupazionali.

“Con il comune di Taormina si è già svolto un primo incontro, abbiamo registrato la disponibilità da parte del sindaco a sondare soluzioni condivise e manovre utili a garantire i livelli occupazionali e la tutela dei lavoratori del turismo”, fa presente il segretario generale della Filcams di Messina Francesco Lucchesi. “Ma non solo le istituzioni dovrebbero aprire tavoli di confronto con le organizzazioni sindacali – aggiunge Lucchesi – ci auspichiamo che le aziende private del settore facciano lo stesso per gestire congiuntamente la crisi che l’emergenza coronavirus sta creando nel settore principe dell’economia del territorio, ma soprattutto per affrontare la riduzione dei flussi e gli eventuali ritardi nelle aperture delle strutture per salvaguardare i lavoratori e le loro famiglie sui quali potrebbero esserci gravi ricadute”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *